Trentino Design 3.0 / Premiati i vincitori, parte il lavoro delle aziende

By 1 febbraio 2016Contest



Trentino Design 3.0 premia i creativi e passa alla fase realizzativa. “Giro di boa” per l’innovativo concorso promosso da Trentino Sviluppo in collaborazione con il Dipartimento di Design del Politecnico di Milano e il Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Trento che oggi negli spazi del MUSE ha idealmente chiuso la parte progettuale. Giornata di premiazione, quindi, per i quattro elaborati vincitori scelti tra i 224 progettisti partecipanti, con candidature provenienti da 23 Paesi di tutto il mondo, e pomeriggio di lavoro per le dieci aziende trentine interessate a trasformali in veri e propri oggetti di arredo. Una sfida stimolante dato che esiste già l’accordo con due catene distributive, Eurobrico e Tramontin Arredamenti, per porre in vendita i nuovi prodotti non appena realizzati. Tre i temi in gara: uno “stendi-stira” per la gestione degli indumenti, un mini desk mobile per utilizzare notebook e tablet sul divano o a letto e un sistema di arredi componibili “open kit”. L’intento è quello di creare una filiera di produzione a “KM 0” dove l’innovazione di prodotto è guidata dal design, facendo crescere specifiche competenze nelle aziende locali.
A testimoniare il coinvolgimento ed il convincimento della distribuzione commerciale è intervenuto Franco Paterno, di Eurobrico, mentre in sala erano presenti anche i vertici dall’altro soggetto che ha aderito all’iniziativa, Tramontin Arredamenti.
È quindi toccato a Venanzio Arquilla, del Dipartimento di Design del Politecnico di Milano, illustrare obiettivi, metodologia e fasi del progetto, mentre Michela Baldessari, referente per Trentino Alto Adige e Veneto dell’ADI, l’Associazione per il Design Industriale, ha illustrato il lavoro svolto dalla commissione che ha valutato gli elaborati progettuali.
Un lavoro tutt’altro che facile quello della Giuria presieduta da Francesco Trabucco, tra i più noti designer italiani, che ha esaminato le 224 candidature provenienti da 23 paesi di tutto il mondo, dall’Australia al Brasile, passando per Cile, Stati Uniti, Inghilterra e Taiwan.
Alla fine nella categoria “Stendi-Stira” vince il progetto di Andrea Balzano e Gianluca Carraro, entrambi laureati del Politecnico di Milano in Industrial Design, che prevede l’inserimento di un’asse da stiro all’interno di uno specchio free standing dotato di un ripiano per piccoli oggetti e di uno spazio per appendere i propri abiti.
Ora toccherà alle aziende trentine che realizzano prodotti e accessori per la casa (legno, metalli, materie plastiche) prendere in mano i progetti vincitori e trasformarli in un prodotto di successo per il mercato, affiancate dal Politecnico di Milano, dall’Università di Trento e da Trentino Sviluppo.
Trentino Design 3.0 è un’iniziativa di Trentino Sviluppo promossa in collaborazione con il Dipartimento di Design del Politecnico di Milano e il Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Trento. Il concorso ha anche il patrocinio dell’Associazione nazionale per il Disegno Industriale, del POLI.design, di DesignHUB, del Coordinamento nazionale dei Giovani Architetti Italiani.