Category

Contest

Trentino Design 3.0 / ADI Design Index 2016

By | Contest | No Comments


Con grande soddisfazione il nostro Stendi/Stira appare sul catalogo dell’ADI Design Index 2016.
Punto Design è stato selezionato tra le eccellenze italiane per la ricerca.
Una bella soddisfazione per POLI.design Consorzio del Politecnico di Milano, Politecnico di Milano – Dipartimento di Design Trentino Sviluppo Spa e tutti gli altri partner.

Link: http://www.adidesignindex.com/it/ricerca-per-l-impresa/punto-design-trentino-innovation-factory

Trentino Design 3.0 / Premiati i vincitori, parte il lavoro delle aziende

By | Contest | No Comments



Trentino Design 3.0 premia i creativi e passa alla fase realizzativa. “Giro di boa” per l’innovativo concorso promosso da Trentino Sviluppo in collaborazione con il Dipartimento di Design del Politecnico di Milano e il Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Trento che oggi negli spazi del MUSE ha idealmente chiuso la parte progettuale. Giornata di premiazione, quindi, per i quattro elaborati vincitori scelti tra i 224 progettisti partecipanti, con candidature provenienti da 23 Paesi di tutto il mondo, e pomeriggio di lavoro per le dieci aziende trentine interessate a trasformali in veri e propri oggetti di arredo. Una sfida stimolante dato che esiste già l’accordo con due catene distributive, Eurobrico e Tramontin Arredamenti, per porre in vendita i nuovi prodotti non appena realizzati. Tre i temi in gara: uno “stendi-stira” per la gestione degli indumenti, un mini desk mobile per utilizzare notebook e tablet sul divano o a letto e un sistema di arredi componibili “open kit”. L’intento è quello di creare una filiera di produzione a “KM 0” dove l’innovazione di prodotto è guidata dal design, facendo crescere specifiche competenze nelle aziende locali.
A testimoniare il coinvolgimento ed il convincimento della distribuzione commerciale è intervenuto Franco Paterno, di Eurobrico, mentre in sala erano presenti anche i vertici dall’altro soggetto che ha aderito all’iniziativa, Tramontin Arredamenti.
È quindi toccato a Venanzio Arquilla, del Dipartimento di Design del Politecnico di Milano, illustrare obiettivi, metodologia e fasi del progetto, mentre Michela Baldessari, referente per Trentino Alto Adige e Veneto dell’ADI, l’Associazione per il Design Industriale, ha illustrato il lavoro svolto dalla commissione che ha valutato gli elaborati progettuali.
Un lavoro tutt’altro che facile quello della Giuria presieduta da Francesco Trabucco, tra i più noti designer italiani, che ha esaminato le 224 candidature provenienti da 23 paesi di tutto il mondo, dall’Australia al Brasile, passando per Cile, Stati Uniti, Inghilterra e Taiwan.
Alla fine nella categoria “Stendi-Stira” vince il progetto di Andrea Balzano e Gianluca Carraro, entrambi laureati del Politecnico di Milano in Industrial Design, che prevede l’inserimento di un’asse da stiro all’interno di uno specchio free standing dotato di un ripiano per piccoli oggetti e di uno spazio per appendere i propri abiti.
Ora toccherà alle aziende trentine che realizzano prodotti e accessori per la casa (legno, metalli, materie plastiche) prendere in mano i progetti vincitori e trasformarli in un prodotto di successo per il mercato, affiancate dal Politecnico di Milano, dall’Università di Trento e da Trentino Sviluppo.
Trentino Design 3.0 è un’iniziativa di Trentino Sviluppo promossa in collaborazione con il Dipartimento di Design del Politecnico di Milano e il Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Trento. Il concorso ha anche il patrocinio dell’Associazione nazionale per il Disegno Industriale, del POLI.design, di DesignHUB, del Coordinamento nazionale dei Giovani Architetti Italiani.

Trentino Design 3.0 / Winners

By | Contest | No Comments


Trentino Design 3.0 ha scelto i suoi vincitori.
Un lavoro tutt’altro che facile quello della Giuria presieduta da Francesco Trabucco, tra i più noti designer italiani, che ha esaminato 220 candidature provenienti da 23 paesi di tutto il mondo, dall’Australia al Brasile, passando per Cile, Stati Uniti, Inghilterra e Taiwan.
Alla fine nella categoria Stendi-Stira vince il progetto di Andrea Balzano e Gianluca Carraro, mentre Eleonora Musca si impone nella categoria “Minidesk”. Entrambi i progetti si aggiudicano un premio di 5 mila euro ed un contratto per i diritti d’autore associato alla futura vendita degli oggetti.
Nella categoria “Open Kit” non è stato nominato un vincitore, ma la Giuria ha deciso di assegnare due premi ad ex-aequo del valore di 2.500 euro alle proposte di due designer trentini Eugenio di Gennaro ed Alessio Zanol e al progetto di Juan David Menendez e Alberto Pancotti.

PROGETTO VINCITORE STENDI/STIRA
Per la categoria “Stendi-stira” vince il progetto di Andrea Balzano e Gianluca Carraro, che prevede l’inserimento di un’asse da stiro all’interno di uno specchio free standing dotato di un ripiano per piccoli oggetti e di uno spazio per appendere i propri abiti.
Cambiare configurazione è semplice: la metà superiore della trave posteriore ruota grazie ad una cerniera e diventa appoggio per l’asse stiro mentre la metà inferiore sorregge il resto della struttura.
“La proposta definisce una nuova tipologia di prodotto, un elemento compatto, ibrido e mutevole assolutamente adatto al vivere moderno, che dona una forte qualità estetica alla funzionale asse da stiro e la trasforma in un oggetto desiderabile, elegante, da esporre ed utilizzare in diversi ambienti.”

Link dell’annuncio: http://www.designhub.it/puntodesign/vincitori/


Restile Award 2015 / Premiazione

By | Contest | No Comments


Si è tenuta ieri sera, al Mirage Project Point, la premiazione del concorso RESTILE 2015.
Restile è un vero e proprio Crowdsoucing rivolto a giovani designer e creativi ai quali viene chiesto di proporre una personale rivisitazione della classica piastrella attraverso una proposta di design alternativo.
Il contest ha visto la partecipazione di designer, creativi ed architetti da oltre 25 Paesi.
L’evento è stato un’occasione per lasciare la parola ai vincitori, scoprire come la loro inventiva si è trasformata in progetto concreto e guardare da vicino i concept che si sono conquistati il podio.
Il nostro progetto ha meritato il 1° posto con la seguente motivazione:
Per l’apprezzabile abilità nel coniugare l’ispirazione orientale al contesto occidentale e per un’interessante capacità di trasformazione dell’effetto tessuto in una versione materica, attraverso lo sviluppo di una proposta non imitativa.



Restile Award 2015 / Winners

By | Contest | No Comments


La seconda edizione di Restile, finalizzato alla ricerca di nuove e innovative chiavi di lettura del materiale ceramico, ha visto anche quest’anno una partecipazione numerosa, orientata alla messa a fuoco di nuove e innovative chiavi di lettura del materiale ceramico. Numeri e interazioni negli spazi digitali ne confermano infatti la riuscita e il pieno coinvolgimento: oltre 200 progetti ricevuti, circa 24.000 visite al sito dedicato, senza contare le quasi 350.000 visualizzazioni dei post dedicati.
Un vero e proprio progetto di crowdsourcing creativo, quello di Restile, che oggi arriva alla sua fase conclusiva, quella che ne decreta i 3 vincitori.
I concept ceramici che hanno convinto la giuria – composta da liberi professionisti di calibro internazionale, docenti del Politecnico di Milano e dal board aziendale sono quelli che portano la firma di:

GIANLUCA CARRARO (Italia)
Il suo progetto – SASHIKO – si lascia ispirare da una tecnica orientale di ricamo tipica della tradizione giapponese. Il risultato è una piastrella che porta i segni e il pattern di una poesia compositiva che dà vita a una ceramica primordiale ma sofisticata.
Primo classificato, le motivazioni
Per l’apprezzabile abilità nel coniugare l’ispirazione orientale al contesto occidentale e per un’interessante capacità di trasformazione dell’effetto tessuto in una versione materica, attraverso lo sviluppo di una proposta non imitativa.

Martina Malomo e Francesca Scipioni (Italia)
LAMERAI è un progetto che parte da materie marcatamente urbane, la lamiera antiscivolo (o bugnata) e il cemento, per concretizzarsi in un prodotto dalla duplice superficie ceramica.
Seconda classificata, le motivazioni
La reinterpretazione della materia in versione metropolitana con una grafica e matericità capaci di conferire tridimensionalità al prodotto. La Giuria ha ritenuto altresì apprezzabile il facile approccio della collezione in termini produttivi.

Matteo Cecconi (Italia)
FENIX trae il nome dai Fenici, primi conoscitori della tradizionale tecnica delle pavimentazioni in cocciopesto. Il concept varia dal bianco al nero e propone un mosaico di tessere che costituisce il pattern decorativo caratteristico, che produce un effetto di continuità della posa, conferendo al prodotto posato un effetto di amalgama senza interruzioni.
Terzo classificato, le motivazioni
Per la riproposizione in chiave industriale di tecniche antiche, con un approccio cromatico, produttivo ed applicativo decisamente moderni.

Restile Award 2014 / Premiazione

By | Contest | No Comments


Si è tenuta stasera, al Mirage Project Point, la premiazione del concorso RESTILE 2014.
I progetti sono stati valutati secondo i tre criteri di creatività, fattibilità ed innovazione: il nostro progetto ha meritato la menzione d’onore per la fattibilità e la commerciabilità su alcuni dei mercati dell’azienda.